«L'incredibile vicenda della pista da bob di Cortina»: l'opinione di un lettore
    

Ricerca avanzata

Tutte queste parole:
Frase esatta:
    
logo

Ricerca sul sito

Ricerca normale (una di queste parole):
Tutte queste parole:
Frase esatta:

«L'incredibile vicenda della pista da bob di Cortina»: l'opinione di un lettore

Lettere al giornale

07/11/2021

Risulta a mio avviso quanto meno incauto prestare ancora attenzione alla incredibile vicenda della nuova (o vecchia e rinnovata) pista di bob a Cortina! 

Ma è mai possibile che in un paese in cui da decenni si tollera un sistema viario a dir poco primordiale consentendo – tra l’altro – impunemente l’attraversamento della principale via cittadina da parte di autotreni, pullman autobus, auto moto e via enumerando e rendendo letteralmente invivibile quella via ridotta ad una vera e propria camera a gas per coloro che la abitano e la attraversano, si possa ipotizzare un qualche impegno economico per attivare un impianto sportivo inutile?

Gli organizzatori se ne facciano una ragione: il bob come lo slittino e lo skeleton rappresentano un passato senza alcuna storia se non quella del passato: il famoso trampolino di Zuel, usato nel lontano 1956 in occasione di quelle Olimpiadi, e poi completamente abbandonato, ne è il più fulgido esempio. 

La signora Cristillin da voi intervistata, presidente del Museo egizio di Torino ha  - tra l’altro – affermato testualmente:” La differenza non la fa il fatto che a Cortina una pista da bob c’è, perché la differenza sta nel cambiamento di regolazioni”(rectius regolamenti) ” e sensibilità verso l’ambiente avvenuto dal 1956 ad oggi. Non basterebbe risistemare quello che è stato messo in piedi 65 anni fa, anche sulla base della diversa dimensione dei giochi e del pubblico che li segue”.

In sostanza quel monumento al nulla che rappresenta la vetusta pista di bob quant’anche rinnovata e resa adatta alle moderne Olimpiadi, resterebbe null’altro che simile ad una mummia del famoso museo egizio: ma con certamente un minore appeal.

Lasciamo quindi che le prove olimpiche di bob vengano svolte nella vicina Austria e Cortina dedichi maggiore ed urgente attenzione economica e fattuale alla salute dei propri cittadini ed ospiti, agli alveoli dei loro polmoni ed agli ammortizzatori delle loro auto.

Cordialmente

BdC