Cortina - Neve sui tetti: un pericolo calcolato
    

Ricerca avanzata

Tutte queste parole:
Frase esatta:
    
logo

Ricerca sul sito

Ricerca normale (una di queste parole):
Tutte queste parole:
Frase esatta:

Neve sui tetti: un pericolo calcolato

Lettere al giornale

18/01/2021

In questi giorni molti tetti sono oggetto di attenzione per il presunto peso eccessivo della coltre nevosa. Questi interventi sono giustificati solo per le strutture più vecchie, infatti l'attuale norma in vigore dal 2008 prevede che la struttura del tetto sopporti un carico pari a:

1,39(1+(mslm/728)^2) kN/m2

In parole povere, a Cortina le costruzioni a 1.200 metri sul livello del mare devono sopportare un carico minimo di 527 kg/m2  (527 chilogrammi per metro quadro).

Per le costruzioni a 1.300 metri di altezza tale valore è di 593 chilogrammi per metro quadro. Ovviamente la formula va applicata per le varie altezze e dà valori precisi.

Quanta neve è dunque caduta questo inverno?

Se la consideriamo come pioggia caduta, secondo la stazione di Gilardon (più corretto sarebbe Ciampedeles)  a 1.300 metri di quota il valore sarebbe di 326 kilogrammi/metro quadro nel periodo 15 novembre 2020 - 13 gennaio 2021, salvo validazione dei dati.

In questo periodo di due mesi una certa quantità di neve si è sciolta, altra neve è sublimata, cioè passata direttamente dallo stato solido a vapore, mentre, a far da contraltare, vi sono state alcune precipitazioni occulte (brinate) che comunque dovrebbero essere state conteggiate dagli strumenti meteo.

In molti casi la precauzione è forse eccessiva, mentre per i tetti meno recenti potrebbe essere giustificata, tenuto conto del possibile deterioramento dei travi in legno. Ad ogni modo vi assicuro che i travi della mia casa "vecchia" che risalivano all'Ottocento, quando sono stati rimossi risultavano perfettamente integri.

Al di là dei conteggi teorici, è sempre opportuno che ogni singola situazione venga valutata da un esperto per decidere il da farsi con cognizione di causa.

Silverio Lacedelli