Il cinema Eden chiuso dai primi di marzo, ma i lavori non vanno avanti
    

Ricerca avanzata

Tutte queste parole:
Frase esatta:
    
logo

Ricerca sul sito

Ricerca normale (una di queste parole):
Tutte queste parole:
Frase esatta:

Il cinema Eden chiuso dai primi di marzo, ma i lavori non vanno avanti

Associazione Comitato Civico Cortina

30/10/2020

Il cinema Eden è chiuso da febbraio 2020 e le proiezioni sono state trasferite all’Alexander Girardi Hall.

Le voci su una sua chiusura definitiva e una probabile messa in vendita dello stabile si susseguono dalla fine del lockdown. Già nel 2008 vi fu un tentativo in questa direzione, poi bloccato dalla sollevazione della cittadinanza.

Il Sindaco ha smentito tutte le congetture, ribadendo come “momentanea la chiusura del cinema Eden, per lavori di insonorizzazione dei locali ed il necessario adeguamento alle norme sulla sicurezza”.

Al di là delle dichiarazioni, abbiamo appurato che la sala è stata svuotata all’interno, pertanto resa inagibile alla sua funzione, ma non risulta vi siano ad oggi, dopo 8 mesi dalla chiusura, lavori in corso.

Il consigliere della società partecipata del Comune Se.Am. Gianluca Lorenzi ha dichiarato al capogruppo di Minoranza Giorgio Da Rin che «sul cinema Eden si sta valutando il da farsi: bisogna fare uno studio per capire che sbocchi può avere». Una dichiarazione che fa capire che non vi sia ancora un piano preciso di ristrutturazione dello stabile, non una decisione reale in proposito.

Per ovviare ogni dubbio, abbiamo inviato in data 13 ottobre una lettera al Sindaco al fine ci fornisca delucidazioni in merito; nello specifico, abbiamo chiesto «quali siano gli impegni formali adottati dalla sua Amministrazione per un urgente ripristino dell’attività del nostro unico cinema e i tempi di realizzazione dei lavori». La risposta cancellerebbe ogni dubbio sulla paventata chiusura del nostro unico cinema, una struttura dall'evidente importanza culturale e sociale, in centro a Cortina, per affittarlo oppure venderlo per fare cassa.

La piscina insegna: chiudere è facile, riaprire molto meno.

La lettera al Sindaco