Alberghi a Cortina, chi va avanti e chi sempre fermo
    

Ricerca avanzata

Tutte queste parole:
Frase esatta:
    
logo

Ricerca sul sito

Ricerca normale (una di queste parole):
Tutte queste parole:
Frase esatta:

Alberghi a Cortina, chi va avanti e chi sempre fermo

Marina Menardi

19/05/2020

Alberghi quasi tutti chiusi ancora a Cortina d’Ampezzo, in attesa della stagione estiva, ma alcuni di questi non sono fermi del tutto, poiché stanno affrontando importanti lavori di ristrutturazione.

Tra tutti spicca, in centro a due passi da corso Italia, il cantiere dell’Hotel Ampezzo, partito finalmente dopo anni di attesa e di vari cambi di proprietà, poco prima dell’inizio dell’arresto forzato dovuto a causa dell’epidemia di Covid-19. Un rallentamento, quindi, sulla tabella di marcia del cantiere, che tuttavia ha ripreso a pieno ritmo in questi giorni di inizio della “fase 2”, e i progressi sono visibili anche ad occhio nudo: l’interno dell’edificio è stato svuotato e si lavora nella parte del retro, per poter iniziare la demolizione, cui seguirà la ricostruzione completa dell’edificio, mantenendo lo stile dei grandi alberghi dell’epoca in cui venne costruito, gli anni Venti.

Poco distante, all’inizio di via XXIX maggio, che porta a corso Italia, l’Hotel Ambra sta rifacendo tutta la parte esterna, in vista dell’apertura estiva, con la scritta sulla tabella del cantiere all’insegna dell’ottimismo, “#guardareavanti”.

Non si ferma nemmeno il cantiere dell’Hotel Impero, in via Cesare Battisti, che dopo essere passato di proprietà un paio di anni fa, ora sta subendo una completa ristrutturazione con ampliamento e innalzamento.

Rimane sempre una ferita a cielo aperto, invece, il cantiere dell’hotel Italia, in via della Stazione: un cantiere fermo da anni, in parte celato agli occhi di chi transita per via Marconi dal rivestimento voluto dal sindaco un paio di anni fa, che ora riporta un tabellone pubblicitario. Chi sale a piedi da via della stazione, o si ferma nel parchetto del Cantore, non può tuttavia fare a meno di vedere il rudere del vecchio hotel, chiuso dal 2005, in bella vista ai passanti.

La lista degli alberghi chiusi negli anni a Cortina non finisce qui: nel 1998 ha chiuso lo Sport Hotel Tofana, in località Pocol, anch’esso un cantiere eterno, iniziato e mai finito; nel 2002 hanno chiuso l'Hotel Tre Croci, da poco acquistato da una società di Milano con la promessa di un rilancio invista dei Giochi Olimpici, e l'Hotel Fanes; nel 2003 l'Hotel Ampezzo, ora in fase di ristrutturazione completa; nel 2005 l'Hotel Italia, nel 2006 l'Hotel San Marco, nel 2007 l'Hotel Dolomiti e nel 2008 l'Hotel Villa Resy. Si perde nella notte dei tempi l'Hotel Tiziano, mentre l'Hotel Savoia, l'unico ad aver chiuso nel 2004, ha riaperto nel 2009 con una stella in più.

 

Nella foto: il cantiere dell'Hotel Ampezzo