Verticale e Solidale 2014: sulle ali della solidarietÓ
    

Ricerca avanzata

Tutte queste parole:
Frase esatta:
    
logo

Ricerca sul sito

Ricerca normale (una di queste parole):
Tutte queste parole:
Frase esatta:

Verticale e Solidale 2014: sulle ali della solidarietÓ

Raffaella Biancani

01/08/2014
Verticale e Solidale 2014, la Fondazione Il Bene a Cortina con i malati di Sclerosi Multipla, termina la sua terza edizione, con grande successo per la particolaritÓ dell'iniziativa, ma anche con altrettanto forte dolore per la perdita improvvisa, sabato 12 luglio, della nostra amica di Modena, Anna Maria Fabbri, stroncata da un infarto fulminante.

Anna Maria non era malata. L'abbiamo persa nel sole del mattino ancora limpido, sulla strada per il rifugio Averau, circondata dagli amici che inutilmente hanno provato a portarle soccorso. ╚ giÓ arrivata in cima, ha dato l'addio alla vita in mezzo a noi, veloce come il vento, circondata dalla meraviglia delle Dolomiti. A lei sarÓ dedicata la Scuola di Sclerosi Multipla, condotta dal Dott. Fabrizio Salvi all'ospedale Bellaria di Bologna, unica esperienza di tal genere in Italia, dove un medico pazientemente spiega ai pazienti i difficili meccanismi della malattia.

Anna Maria ha partecipato a tutte le lezioni della scuola, amava accompagnare noi pazienti e i nostri cari medici nella lotta che ormai da anni ci accompagna, per il riconoscimento di una nuova idea scientifica, scoperta dal prof. Zamboni e sostenuta dal neurologo Fabrizio Salvi, ma che ancora non riceve l'appoggio che meriterebbe.

Anna Maria ci credeva e lottava con noi!! Tornando al successo dell'evento, quest'anno abbiamo contato un forte incremento dei partecipanti, pi¨ del doppio rispetto la prima edizione. Nell'ambito medico e nelle Associazioni dei pazienti nazionali italiane, in tutta Italia, si parla di noi, di Cortina.

Come ho potuto orgogliosamente affermare in apertura al Convegno Scientifico di domenica 13 luglio, Cortina d'Ampezzo finalmente si dimostra diversa dall'etichetta che spesso le viene affibbiata dall'opinione pubblica. Un paese che ha dimostrato apertura, capacitÓ di accoglienza, forte della sua semplicitÓ ed umanitÓ, pronto a ripensare e riorganizzare il proprio ambiente per chi ha pi¨ bisogno.

La Seggiovia 5 Torri, ormai esperta, riesce a far oscillare il meno possibile i partecipanti che, purtroppo in numero piuttosto alto, soffrono di vertigini, dilazionando i seggiolini che necessitano la fermata integrale dell'impianto.
Le Guide Alpine Paolo Tassi, Pietro Dal PrÓ, Paolo Bellodis, Luca Dapoz, Franco Gaspari e Walter Backman, Piero Bosetti e Andrea Piccoliori, si sono alternati in questi tre anni, nel regalarci un giorno di meravigliosa solidarietÓ e di aiuto gratuito.

Essere accolti dai rifugi Scoiattoli e Averau, trasportati dalla Jeep di Egon Dandrea, non solo ha fatto bene allo spirito, "ce la posso fare anche io!!", ma anche al fisico, dando un grande messaggio di forza e adattamento alla malattia, ai malati stessi e alle loro famiglie.

Gli hotel di Pocol, primo fra tutti l'hotel Argentina, ma anche lo SportHotel e Il Piccolo Pocol, l'hotel Olimpia del centro, si sono prodigati per adattare i propri spazi alle necessitÓ di un gruppo difficile come il nostro dove, anche un piccolo scalino, pu˛ diventare un grande problema.

Il Grand Hotel Savoia, per il Convegno Scientifico di domenica, ci ha ospitato nella sala Dolomia, completamente priva di barriere architettoniche, avendo l'evento, come negli anni scorsi, il Patrocinio del comune di Cortina.

Potrei continuare ancora, ma concludo con un grazie infinito a tutta la comunitÓ d'Ampezzo.

Never give up Ŕ il nostro moto, regalatoci dalla Ducati Motor, sostenitrice come Cortina, della ricerca scientifica portata avanti dalla Fondazione Il Bene.

Mai cedere Ŕ la nostra filosofia, il messaggio che Verticale Solidale riesce a donare a tutti, malati e non.
Ripartiremo la prossima estate, nel ricordo della nostra amica Anna Maria, pi¨ forti di
prima.