logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


“Giù le mani da Cortina Turismo”: il sindaco Andrea Franceschi risponde all’attacco dell’opposizione

«Il turismo è di tutti, via la politica dalle elezioni del Consorzio» dichiara il primo cittadino cortinese in una nota, e invita Stefano Ghezze a «rispettare la libertà dei soci e non mischiare promozione del territorio e interessi di bottega»

(CS) - «Avevo già risposto a Stefano Ghezze in Consiglio Comunale ma, data l’ormai quotidiana intromissione dell’opposizione nelle ormai vicine elezioni del Consorzio Cortina Turismo, ritengo opportuno ripetere quanto già detto in assemblea”. “Il turismo è di tutti: è  il bene comune più prezioso  della nostra Comunità e il coltivarlo, il progettarne il futuro non può e non deve tenere conto degli interessi di bottega di questa e quell’altra parte che usa l’arena pubblica per portare avanti i propri interessi privati”. “Mischiare lo scontro politico con la promozione del territorio  significa fare il male della nostra Comunità: rubarle la prosperità degli anni a venire”. “Il ruolo del Consorzio Cortina Turismo è aumentare la ricchezza di tutta Cortina: per questo il Comune lo finanzia, per questo rispetta la sua autonomia e la libertà di voto di tutti i suoi 240 soci.

Perché è ai soci e solo a loro, caro Stefano Ghezze, che spetta votare i propri rappresentanti nel consiglio di amministrazione e valutarne l’operato.  Gli imprenditori di Cortina non hanno bisogno di essere telecomandati da nessuno e sono perfettamente in grado di decidere con la propria testa. Abbi quindi rispetto della loro intelligenza e della loro dignità. E la guida del Consorzio, proprio perché deve portare dei risultati e non delle parole, deve andare ad un professionista che sappia fare il suo lavoro, non ad un politicante in cerca di poltrone. Per questo lo dico e lo ripeto: giù le mani della politica dalle elezioni di Cortina Turismo».

21/11/2012 - Redazione


Voci di Cortina