logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


Il sindaco Franceschi scrive ai proprietari di seconde case a Cortina d'Ampezzo

«Cortina non è una meta da raggiungere: è una casa da abitare»: questo il senso della lettera di Andrea Franceschi a quelli che egli definisce "secondo casisti", invitandoli ad iscriversi alla newsletter di Cortina Turismo

(CS) - “Cortina d'Ampezzo deve molto ai tanti proprietari di abitazioni che l'hanno eletta ad essere, letteralmente, la loro seconda casa”. E’ questo il riconoscimento che il sindaco della Regina delle Dolomiti Andrea Franceschi indirizza oggi ai proprietari di seconde case. “Una lettera per aggiornare sui tanti progetti in cantiere e per dire grazie della ricchezza spirituale e materiale che intellettuali, professionisti, industriali, uomini di cultura e normali cittadini hanno portato  al  nostro piccolo paese”.

Un ringraziamento che non si ferma alle parole, ma mira ad offrire un segno tangibile di riconoscenza. “Questo segno è il coinvolgimento. Un passo in più” lo definisce Franceschi “per fare ancora più grande la nostra comunità. Una comunità alla quale i tanti abitanti non residenti – come preferisco chiamare gli abitanti delle seconde case – hanno deciso di appartenere”.

Dunque, attraverso la lettera, ecco venire l’invito del sindaco a iscriversi alla newsletter del Consorzio Cortina Turismo: una newsletter pensata per “tenersi sempre aggiornati su cosa avvenga a Cortina e sui tantissimi eventi che anche quest’inverno confermeranno il respiro e la vita culturali e sportivi della nostra Comunità”.

“Cortina non è una meta da raggiungere, ma una casa da abitare. È questo il messaggio che vogliamo dare, offrendo sempre più ragioni per raggiungere la nostra città e informando sui tantissimi eventi – a partire dal Long Fashion Weekend e da Una montagna di libri  - che valgono il viaggio e il soggiorno da noi”.
“Del resto” conclude il sindaco  “che cosa vuol dire coinvolgere se non vivere insieme? Ecco, noi vogliamo che sempre più e sempre più spesso i possessori di seconde case, i loro figli e i loro nipoti, vivano insieme a noi residenti tutta la ricchezza che la nostra Comunità può offrire e che anche loro hanno contribuito a creare”.

Di seguito si riporta il testo integrale della lettera inviata:



REGIONE VENETO                         ​PROVINCIA DI BELLUNO
 REJON VENETO                              PROVINZIA DE BELUN
 
COMUNE DI CORTINA D’AMPEZZO
COMUN DE ANPEZO
CAP 32043 – Corso Italia, 33 – Tel. 0436 4291  Fax 0436  868445 C.F. - P.IVA 00087640256
 
 
Gentili Signori proprietari delle seconde case,
 
da decenni e, a volte, da generazioni come visitatori abituali di Cortina d’Ampezzo, avete arricchito la vita culturale e materiale del nostro piccolo paese e, se permettete, quindi, preferisco chiamarVi "abitanti non residenti", perché fate comunque parte a tutti gli effetti della nostra Comunità.
Per la prosperità che generate, e che è giusto riconoscerVi, e per il respiro professionale, intellettuale ed artistico che apportate, desidero ringraziarVi. Lo faccio a nome di tutti i residenti, della cui ‘ruvida cordialità’ – come l’ha recentemente definita uno dei più illustri tra i nostri ospiti storici – e della profonda fierezza d’animo, molti di Voi hanno già fatto esperienza.
 
Quello che ci proponiamo di fare oggi è tuttavia un passo in più. E’ giunto il momento infatti di darVi un segno tangibile della gratitudine e della simpatia che nutriamo nei Vostri confronti attraverso un coinvolgimento nelle scelte, nella conduzione, negli appuntamenti della nostra Comunità: una Comunità della quale Voi avete deciso di far parte eleggendo Cortina d’Ampezzo ad essere letteralmente la Vostra ‘seconda casa’.
Certo, sono consapevole che Vi scrivo proprio nell’anno in cui le aliquote Imu fissate dal Consiglio Comunale si faranno sentire in tutto il loro peso, tuttavia certamente sapete che buona parte degli introiti finiranno nelle casse dello Stato (solo da Cortina d’Ampezzo oltre 10 milioni di Euro) e che la scelta è stata obbligata per mantenere inalterato il livello dei servizi e non fermare il processo di rinnovamento in corso, i cui effetti si vedranno già nei prossimi anni.
 
A tal proposito mi limito qui a darVi solo qualche veloce informazione sui principali progetti in cantiere:
• Palestra di roccia al coperto in località Sopiazes: il cantiere è aperto e verrà inaugurata nel corso del 2013;
• Parco Giochi anch’esso in località Sopiazes e all’aperto: i lavori sono stati appaltati e verranno completati durante il 2013;
• Collegamento impiantistico tra Tofana e 5 Torri: il Comune ha ottenuto il finanziamento di 14.766.000 Euro partecipando al bando dei cosiddetti "Fondi Brancher". La procedura è temporaneamente sospesa ma se tutto andrà per il verso giusto nei prossimi anni l’opera verrà realizzata;
• Riqualificazione urbana dell’ex partenza della funivia Pocol e dell’ex benzinaio Esso: grazie ad un accordo pubblico / privato, sono cominciati i lavori per la realizzazione di un parcheggio multipiano e la contestuale costruzione di un ascensore che collegherà i parcheggi di Lungoboite con il centro di Cortina d’Ampezzo;
• Parcheggio interrato in Largo delle Poste: nel corso del 2013 inizierà il cantiere per la realizzazione dei posti auto e per il recupero complessivo di tutta la piazza, che andrà ad ampliare cosi il tessuto pedonale del centro;
• Polo sportivo e polo culturale: la costruzione della nuova piscina nelle adiacenze dello stadio del ghiaccio e la riqualificazione dell’intera zona della stazione - dove sorgeranno il centro culturale, il nuovo auditorium e almeno due piani di parcheggi interrati - sono subordinati alla chiusura dell’accordo di programma con la Regione del Veneto e oggi l’iter è in fase molto avanzata;
• Mondiali di Sci Alpino del 2019: Cortina d’Ampezzo è candidata. L’assegnazione dell’evento – che verrà a Barcellona a giugno 2014 – oltre a 30 milioni di Euro porterà con sè nuove infrastrutture (una strada di accesso a Rumerlo, pista "Toni Sailer" sul Col Drusciè, ecc.. ). Va segnalato inoltre che il nostro progetto per un mondiale di sci ecostenibile- realizzato con la collaborazione dello IUAV e dell’Università Ca’ Foscari - è stato presentato dalla Regione del Veneto alla conferenza sul clima “Rio +20” dello scorso giugno.
 
Quanto appena esposto rappresenta solo una veloce carrellata dei principali progetti di rinnovamento sul tavolo, ma l'eccellenza che stiamo raggiungendo per quanto riguarda lo sport e le infrastrutture, è già realtà per quanto concerne la cultura e gli appuntamenti. Con ben 200 eventi in cartellone, l'estate di Cortina d’Ampezzo si è dimostrata degna della sua storia migliore in qualità e valore umano, prima ancora che in quantità, mentre iniziative come il “Festival Dino Ciani”, “Una Montagna di Libri”, “Cortina Incroda” etc, sono cresciute in profondità e coinvolgimento, trovando la loro matura collocazione nel mondo di Cortina d’Ampezzo. Un mondo che, da sempre, ha al centro la montagna e la sua immutabile bellezza. Come vedete, perciò, il 2012 trova Cortina d’Ampezzo in movimento ed è un movimento verso l'alto: cambiano i gusti, aumentano le presenze straniere e con loro l’internazionalità del luogo, cambiano le sensibilità, i desideri e la spiritualità dei nostri visitatori e Cortina d’Ampezzo cambia con loro e - lo dicono i numeri di questa estate - riesce a intercettarli, confermandosi una volta di più la Regina delle Dolomiti.
 
So che voi - i tanti abitanti non residenti di Cortina d’Ampezzo- di questo movimento siete già parte e attori privilegiati, e il mio desiderio è che questo coinvolgimento diventi sempre più fattivo, organico e riconosciuto. Una comunità è tale prima di tutto quando condivide e io vorrei che, tra Noi, la condivisione di notizie, appuntamenti, proposte divenisse stabile e consolidata.
 
Per questo Vi invito a iscriverVi alla newsletter del Consorzio Cortina Turismo, di modo che il coinvolgimento cominci dall'informazione, dal sapere che si dice e cosa succede a Cortina d'Ampezzo. Un passo per permetterVi di conoscere tutto il fermento che Cortina d’Ampezzo sviluppa e ha da offrirVi, in termini di iniziative, visite, incontri e attrattive culturali, gastronomiche e naturalistiche. E un modo per tenerVi sempre aggiornati sulla città che avete scelto come la Vostra (seconda) casa.
 
Sperando che, quando non siete con noi, Vi basti aprire l’e-mail come fosse una finestra della Vostra abitazione per sentirVi immersi nei suoni, nei progetti e nella vita di una Comunità che è anche la Vostra e ci tiene a farVelo sapere.
 
Per iscriverVi alla newsletter è sufficiente inviare un’e-mail a cortinaguest@dolomiti.org
 
Se desiderate parlare direttamente con me invece questi sono i miei contatti:
Telefono: 0436/3688
Email: andrea.franceschi@comunecortinadampezzo.it
Facebook: Andrea Franceschi
 
Augurandomi di averVi fatto cosa gradita e sperando che stia per iniziare una fase nuova nei rapporti tra Cortina d'Ampezzo e i suoi tanti frequentatori abituali, l'occasione e' gradita per porgere a Voi e alle Vostre famiglie il saluo piu' sincero,

Dott. Andrea Franceschi

19/11/2012 - Redazione


Voci di Cortina