logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


L'intervento del sindaco Franceschi sulla vicenda del sequestro della music box e delle relative polemiche che ne sono seguite

Andrea Franceschi difende l'intervento del consigliere Gis Marco De Villa su Facebook sul pignoramento dei beni Gis, tra cui la music box

«Eh no, caro Ghezze, invece è proprio “nel merito della vicenda giudiziaria” che bisogna entrare per capire le parole di Marco de Villa e la verità che nascondono. La verità è quella dell’avvocato e deputato Pdl Maurizio Paniz – professionista serio e capace - che vince una causa per risarcimento per conto di suo assistito e che, invece che chiedere i soldi al deputato Franco Gidoni della Lega Nord, si rifà su una società pubblica che aveva già pagato la sua parte e ottiene il sequestro di uno spazio dove i ragazzi di Cortina andavano a suonare.

Certo, è ben più facile togliere servizi alla gente che soldi ai parlamentari, lo sappiamo bene, ed è ben più facile togliere la music box ai ragazzi di Cortina che pretendere che un politico d’alto bordo paghi QUELLO CHE LA LEGGE LO CONDANNA  A PAGARE. Ma se è anche più facile, Stefano Ghezze, nulla mi convincerà mai che sia anche giusto.

Giusto è il grido di rabbia di un giovane come Marco de Villa che, davanti a chi si accanisce contro la Gis piuttosto che contro i potenti pieni di soldi (nostri), non ha esitato a denunciarlo. Ed ora cosa fai Ghezze?  Anche tu ti nascondi dietro la legge per prendertela con un ragazzo? Vuoi partire con le querele? Tu, che parli sui giornali e chiedi spiegazioni per iscritto, dov’era la tua voce quando si sono rivalsi su una società pubblica e sugli spazi dei nostri ragazzi invece che rivalersi su chi DOVEVA e AVEVA la possibilità di pagare?

E’ probabilmente vero che quello di Marco sia stato un intervento formalmente scorretto  e per il quale è giusto scusarsi - come Marco mi ha chiesto di fare pubblicamente al suo posto in quanto ricoverato per problemi di salute - ma quello che importa però è che il suo grido fosse vero e rispecchiasse un senso di giustizia con il quale i giovani nascono e che non dovrebbero mai perdere.».

17/10/2012 -


Voci di Cortina