logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


E’ NICOLA DE SANTIS IL NUOVO PRESIDENTE DELLA GIS

Dopo le dimissioni di Teodoro Sartori, svelato solo l’ultimo giorno in conferenza stampa il nome del successore alla Gis. Una scelta presa in piena autonomia dal Sindaco. Ampliato anche il CDA da tre a cinque consiglieri.

Nicola De Santis è il nuovo presidente della Gis, la società ad intera partecipazione comunale che gestisce gli impianti sportivi comunali, le sale per i congressi e il cinema, e che fornisce assistenza alle varie manifestazioni organizzate dal Comune o dalle associazioni. «Intendo modificare l'organizzazione societaria della Gis riportandola a com'era 20 anni fa» ha detto De Santis ieri in sala giunta davanti ai giornalisti.
«Il presidente e il CDA avranno il compito di dettare le linee guida di concerto con l'amministrazione comunale e di controllare che vengano messe in atto. L'azienda dovrà avere un'organizzazione solida e dovrà essere capace di camminare con le proprie gambe».
Nato nel 1980, De Santis attualmente è docente a contratto di Finanza Aziendale presso l'Università Ca' Foscari di Venezia e consulente libero professionista in Finanza di impresa.
E' entrato nel CDA della Gis il 5 gennaio, ma formalmente sarà eletto presidente dall'Assemblea il giorno 15 gennaio.
Non è sua intenzione fare il presidente a tempo pieno, come hanno fatto invece i suoi predecessori Luigi Alverà, alla guida della Gis per 12 anni, e Teodoro Sartori, nominato un anno e mezzo fa ma da un paio di mesi dimissionario. Il suo compenso, rispetto a quello di Sartori, è stato diminuito da 26mila euro annui lordi a 12.500 euro lordi.
«La diminuzione dello stipendio è un discorso legato al diverso tipo di approccio rispetto ai precedenti presidenti - ha chiarito il sindaco Franceschi. - De Santis dedicherà meno tempo alla parte operativa.» Un approccio che fa presagire la nomina di un direttore all'interno dell'importante società comunale cortinese. «Al momento non è previsto un direttore - ha chiarito De Santis.- Nella prima fase dovrò conoscere l'azienda, poi deciderò eventualmente se delegare oppure impegnarmi personalmente».
Altra novità è l'allargamento del CDA da tre a cinque consiglieri: ai già presenti Giorgio Gaspari e Lorenzo Maioni, sono stati affiancati, oltre a Nicola De Santis, che subentra al dimissionario Teodoro Sartori, Renato Franceschi e Davide Spiggia. Sulla nomina dei due nuovi consiglieri sono intervenuti anche i due gruppi di minoranza «Cortina Dolomiti» e «Cortina Oltre il 2000».
«Non volevamo fare nessun intervento - si legge in una nota - ma alla luce di quanto avvenuto oggi ci sentiamo moralmente obbligati ad evidenziare che dopo la lettura della «poesia agli Ampezzani» (pubblicata sul Corriere delle Alpi) e del «messaggio alle minoranze in consiglio» (pubblicato sul Gazzettino), dopo aver suggerito di sostituire l'«io» con il «noi» ed alla luce delle nomine effettuate per il consiglio della Gestione Impianti Sportivi, che ha visto aumentare il numero dei Consiglieri da 3 a 5, sarebbe stato più opportuno da parte del Sindaco prevedere alla nomina di un consigliere anche delle minoranze, perlomeno come segno concreto di apertura al dialogo che da parte nostra è sempre esistito nell'ambito istituzionale».

01/01/2009 - Marina Menardi

Pubblicato sul giornale n. 56 - Gennaio 2009


COLLEGAMENTI

Attività amministrativa comunale

Tutti gli articoli di questa categoria

Voci di Cortina