logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


Gita sociale dell'Uld'A a Schenna

Venerdì 15 novembre 2019 l’annuale gita sociale dell’ULd’A, Union de i Ladis d’Anpezo che quest'anno si recherà a Schenna, sopra Merano

L’ULd’A, Union de i Ladis d’Anpezo organizza per venerdì 15 novembre 2019 l’annuale gita sociale a Schenna, sopra Merano, con il seguente programma:

Visita al castello e al Mausoleo dell’Arciduca Giovanni; visita al Lodenwelt a Vintl

Programma:

ore  06:45    partenza dall’autostazione di Cortina d’Ampezzo
ore  10:30     Visita al Castello di Schenna e al Mausoleo dell’Arciduca Giovanni
ore  12:30    circa pranzo presso Zwickmairhof Merano
ore  16:30    visita al Lodenwelt di Vintl
ore  19:30    circa cena presso Hotel Emma di Villabassa
ore  22:00    circa arrivo a Cortina d’Ampezzo

Costo totale   €  90,00 escluse bevande ai pasti

Iscrizioni presso ufficio ULd’A entro martedì 12 novembre 2019

Tel. 0436 868615    email:  anpezo@ulda.it   cell. Francesca  380 3610764


Alcune note:

A Schenna, sopra Merano, quest’anno, hanno ricordato i 150 anni da quando nel 1869, le spoglie mortali dell’Arciduca Giovanni d’Austria sono state traslate nel Mausoleo a lui dedicato. Giovanni Battista Giuseppe Fabiano Sebastiano d'Asburgo-Lorena, arciduca d'Austria, nacque a Firenze nel 1782 e morì a Graz nel 1859 era discendente diretto della famiglia degli Asburgo (la nonna era Maria Teresa d’Austria).

Coltivò fin da giovane forti ambizioni militari che furono messe subito alla prova con lo scoppio delle Guerre Napoleoniche, fu grande sostenitore di Andreas Hofer e partecipò a varie campagne ma i risultati non furono brillanti. Resosi conto che la carriera militare forse non era fatta per lui, coltivò le passioni naturalistiche, storiche, geografiche e scientifiche che lo avevano formato da ragazzo, in particolare legato all’ambiente di montagna che per lui rappresentò sempre una grande sfida personale.

Fu un grande collezionista di minerali e fossili e si dedicò con passione all'alpinismo ed alla caccia, compiendo frequenti visite in Tirolo, terra da lui particolarmente prediletta per questi scopi. Fu amante dell’arte e mecenate in molti campi della cultura e delle scienze, soprattutto in Stiria, dove fra le altre cose pose le basi per il Giovanneo, antesignano dell'Università tecnica a Graz. A Schenna è possibile visitare quella che fu la sua residenza ed il Mausoleo.

La contessa Johanna von Spiegelfeld, nata contessa von Meran, è pro-pro-pronipote dell’arciduca Giovanni. Con suo marito, il conte von Spiegelfeld, si prende cura del castello e del patrimonio di famiglia, che comprende il museo, il Mausoleo e il Thurnerhof, in gran parte accessibili al pubblico.

L’arciduca Giovanni ha un particolare legame con la comunità ampezzana: nel nostro archivio comunale è conservata una bandiera donata al Comune proprio dall’Arciduca Giovanni “in riconoscenza e memoria della fedeltà e meriti degli Ampezzani in occasione della difesa del paese nell’anno 1848”. La bandiera è stata riportata alla luce nel 1991, restaurata e presentata alla cittadinanza nell’anno 2000.

(Comunicato stampa Uld'A)

06/11/2019 -


COLLEGAMENTI

Associazioni e volontariato

Tutti gli articoli di questa categoria

Voci di Cortina