logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


L’autunno a Cortina

Molti gli eventi per la stagione dei colori tra le Dolomiti ampezzane

L’autunno è alle porte, ma la stagione a Cortina non è ancora finita, grazie anche e soprattutto ad un meteo particolarmente favorevole, nonostante il calo delle temperature degli ultimi giorni. Alcuni impianti del Consorzio Esercenti Impianti a Fune rimarranno aperti fino alla fine di ottobre, e numerosi eventi sono in programma in quota fino a quella data.

Sabato scorso grande successo per la quarta edizione del Delicious Trail Dolomiti, in zona Lagazuoi – 5 Torri – Passo Giau. Un evento che unisce lo sport – con i due percorsi per i runner, da 44,2 km o da 22,9 k, e il Delicious Climbing Dolomiti, contest non competitivo di arrampicata lungo le 5 Torri – alla gastronomia.

Domenica prossima, 29 settembre, al rifugio Scoiattoli ci sarà la Festa d’Autunno e di fine stagione, con musica dal vivo sulla terrazza del rifugio. È questa la data di chiusura anche della seggiovia Bai de Dones - Cinque Torri. Al rifugio Lagazuoi si ballerà a ritmo  di swing con il Lindy Hop, a partire dalle ore 10, sulla terrazza del rifugio.

Aperta fino al 29 settembre anche la funivia Faloria. Dall’omonimo rifugio, alla stazione di arrivo della funivia, parte il sentiero Dolomieu, a quota 2.120 m, e arriva fino a Rio Gere, a quota 1.691 m. Il tracciato, panoramico, tra larici, cembri, e abeti, è facilmente percorribile, è lungo poco meno di 4 km e percorribile in discesa in circa 1 ora e 40 minuti.

Sabato 12 ottobre, ritorno alla tradizione con la Festa del Desmonteà: storica celebrazione del rientro del bestiame dagli alpeggi estivi delle Regole d’Ampezzo. Dalle ore 9.30 presso il piazzale dell’Autostazione si potranno vedere da vicino mucche, cavalli, asini, pecore e capre e alle ore 11.00 l’annuale benedizione dei mezzi agricoli. Durante la festa sarà possibile acquistare prodotti cesari, artigianali e agricoli direttamente dei contadini e allevatori locali. I più piccoli potranno divertirsi saltando nel fieno o cavalcando i pony e sarà loro offerta la merenda con yogurt, bevande e Brazolà, torta tipica ampezzana. Per i più grandi, a ora di pranzo, si potranno gustare salsiccia, polenta e dolcissimi waffeln presso lo stand dei Sestieri d’Ampezzo.

C’è tempo fino al 20 ottobre, invece – data di chiusura dell’ultimo impianto del Consorzio Esercenti Impianti a Fune, la funivia Lagazuoi - per salire a quota 2.778 metri e visitare la mostra “Oltre”. Una ricca selezione di scatti di Stefano Zardini, suddivisi in quattro sezioni tematiche, ha trovato dimora nella stazione di arrivo della funivia, in una delle gallerie espositive più alte d’Europa. È l’occasione preziosa per ammirare il lavoro di un fotografo che ha lasciato il segno, non solo a Cortina: Stefano Zardini ha lavorato in 60 paesi come reporter a scopo documentaristico, con lunghe incursioni fotografiche nel mondo della moda e dello sport, per approdare infine alla Fine Art.

Sono già chiusi invece gli impianti di Socrepes, Tofana, Funivia Freccia nel Cielo, la Seggiovia Rio Gere - Son Forca.

Mercoledì 23 ottobre alle ore 21.00 presso l’Alexander Girardi Hall il nuovo spettacolo di Paolo Cevoli “La Sagra Famiglia”, dove racconta la sua storia personale di padre e di figlio paragonata con ironia e leggerezza a Edipo, Ulisse, Achille Enea fino ad arrivare a Dio in persona con Mosè e il popolo ebraico e la famiglia di S. Giuseppe, Maria e Gesù Bambino; per dire cose serie senza prendersi sul serio (costo biglietto: € 20). L’appuntamento di teatro brillante rientra nel cartellone di C.I.M.E., organizzato dall’Associazione Musincantus sotto la direzione artistica di Edoardo Bottacin. Tantissimi gli artisti di fama internazionale coinvolti: oltre a Paolo Cevoli, il soprano bellunese Chiara Isotton, il soprano vicentino Giulia Bolcato e il contralto trevigiano Chiara Brunello. E ancora: il cast intero dei solisti della Nelson Mass di Haydn (65 artisti coinvolti), il gruppo tedesco Voxid, ma anche l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta in formazione sinfonica e l’Orchestra GAV-Giovani Archi Veneti di Treviso diretta da Lucia Visentin, tra le più interessanti nel panorama regionale (per info: 333 3714643 | info@musicantus.it).

Il 2019 è l’anno di Massimiliano I: in occasione dei 500 anni dalla sua scomparsa, anche Cortina celebra l’imperatore asburgico e, sabato 21 ottobre, avrà luogo la commemorazione storica dell’incontro fra i capi famiglia d’Ampezzo e l’Imperatore, avvenuto nel 1511.

(foto: Paola Dandrea)

24/09/2019 - Redazione


Voci di Cortina