logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


OpenCortina: la prima sperimentazione in Italia sugli interventi pubblici

Un progetto promosso dal commissario ad acta per i Mondiali di sci Luigi Valerio Sant’Andrea, nel quale si è inserita la presentazione pubblica del progetto di riqualificazione della Piscina Comunale di Guargnè, in occasione della Sesta Conferenza dei Servizi svoltasi martedì 18 giugno a Cortina d’Ampezzo

OPENCORTINA è il progetto pilota promosso da Luigi Valerio Sant’Andrea, Commissario ad acta per la realizzazione del progetto sportivo delle finali di Coppa del Mondo e dei Campionati del Mondo di Sci alpino che si svolgeranno a Cortina d’Ampezzo, rispettivamente, nel marzo 2020 e nel febbraio 2021. Si tratta di un’iniziativa di digitalizzazione volta a elaborare e divulgare dati strutturati sui processi realizzativi del Piano degli Interventi, che prevede la progettazione e l’implementazione di una piattaforma per la gestione digitale integrata delle informazioni utile tanto al supporto delle attività degli operatori coinvolti, quanto alla pubblica divulgazione dei dati.

Il progetto ha l’obiettivo di fornire metodi e strumenti standardizzati alle diverse stazioni appaltanti che operano per conto del Commissario anche in considerazione delle distanze geografiche (tra Commissario, Stazioni Appaltanti, Progettisti, Uffici Direzione Lavori, Imprese, cantieri ecc.), nonché di consentire la centralizzazione della conoscenza, utile sia al monitoraggio dei processi realizzativi che al supporto dei processi decisionali.

L’introduzione del Building Information Modeling (BIM), che rappresenta i processi di digitalizzazione nel settore delle costruzioni, favorisce un uso più ampio di tecnologia e di processi digitali strutturati e diviene fattore abilitante strategico per il miglioramento del processo decisionale inerente la realizzazione delle opere e durante l’intero ciclo di vita. Tale approccio mira a tenere costantemente monitorato l’iter realizzativo delle opere e a mitigare le criticità tipiche dei processi costruttivi: scarsi livelli di collaborazione tra le parti, limitato utilizzo di tecnologie digitali, gestione dei contenuti informativi con livelli inadeguati di strutturazione ed attendibilità. Tutti problemi che espongono la realizzazione degli interventi a maggiori costi, ritardi nella realizzazione delle opere e possibili varianti in corso d’opera.

L’utilizzo di ambienti di lavoro collaborativi digitalizzati, nell’ambito dei procedimenti volti alla realizzazione del Piano degli interventi, favorisce la leggibilità, l’univocità, la trasmissibilità e la reperibilità dei dati così da limitare il rischio di errori materiali. Grazie a OPENCORTINA sarà inoltre possibile migliorare la gestione della fase di cantierizzazione con particolare riguardo per le misure di prevenzione della salute e della sicurezza dei lavoratori, ma anche supportare il processo decisionale con informazioni tempestive aggiornate ed attendibili.

Nel quadro dell’iniziativa OPENCORTINA, si è inserita la presentazione pubblica del progetto di riqualificazione della Piscina Comunale di Guargnè, in occasione della Sesta Conferenza dei Servizi svoltasi martedì 18 giugno a Cortina d’Ampezzo. Nel corso della riunione sono state impiegate tecnologie di realtà virtuale, come gli appositi visori immersivi. Tale modalità di presentazione è risultata molto efficace e innovativa anche in relazione alla possibilità di immergersi tridimensionalmente all’interno del rendering, agevolando la verifica della qualità del progetto anche in termini di rispondenza alle esigenze della comunità ampezzana.

Al fine di far fruire al maggior numero di intervenuti alla Conferenza di Servizi la Realtà Virtuale è stata approntata una postazione principale completa di workstation, visori e sensori di realtà virtuale, rendendo disponibili anche cardboard (supporti per smartphone) che hanno consentito di vivere un’esperienza immersiva assolutamente unica. Inoltre, sono stati generati e forniti una serie di QR Code che consentono, di visualizzare immagini dinamiche tridimensionali direttamente sul proprio smartphone.

La presentazione del progetto è stata completata dalla proiezione di un video illustrativo in computer graphic realizzato dal gruppo di progettazione dell’opera.
Tutte le attività hanno previsto l’elaborazione di modelli informativi BIM realizzati dal gruppo di lavoro organizzato dal Commissario per la digitalizzazione del piano degli interventi, composto da tecnici esperti in materia di metodi e strumenti di modellazione informativa dell’edilizia e delle infrastrutture. L’adozione di un’esperienza così avanzata all’interno del processo di realizzazione di Opere pubbliche costituisce un’assoluta anteprima nazionale e deve essere considerata quale best practice nella introduzione del BIM Building Information Modeling prevista dal nuovo codice dei contratti D. Lgs. 50/2016.

“Open Cortina è la prima sperimentazione strutturata del BIM (Building Information Modeling) su un piano coordinato di interventi pubblici in Italia - commenta Luigi Valerio Sant'Andrea, Commissario Straordinario alle opere sportive di Cortina 2021 - Si tratta della digitalizzazione dei processi informativi della procedura amministrativa, della progettazione e della esecuzione relativa alla realizzazione di opere pubbliche. Queste modalità gestionali consentono una maggiore trasparenza, efficienza ed efficacia dei processi decisionali e dell’azione della Pubblica Amministrazione”.

19/06/2019 - Redazione


COLLEGAMENTI

Attività amministrativa istituzioni

Tutti gli articoli di questa categoria

Voci di Cortina