logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


«Le colonnine arancioni hanno la funzione di dissuasori della velocitą, senza sanzionare»

Una lettera al giornale a proposito delle colonnine installate a Cortina per il controllo della velocitą in centro abitato, in realtą mai attivate del tutto

Caro Voci di Cortina,

ho letto la lunga lettera dell'avv. dé Costanzo in merito ai ritardi del Bim nel portare il gas in Alverà , molto più ecologico del gasolio e (lo dico sottovoce) anche dei fornel, delle stufe a legna così amate e usate in montagna.

Mi permetto di fare una precisazione su quelle che l'avvocato dé Costanzo chiama "colonnine farlocche". Tali manufatti sono venduti in molti comuni del nord Italia (Brescia ad esempio) e hanno la funzione di "dissuasori". In pratica i dati mostrano che gli automobilisti rallentano quando vedono le colonnine arancioni, rendendo la circolazione stradale più sicura senza dovere sanzionare chi guida: prevenzione più che punizione. Molti quartieri vicino alle scuole ne chiedono il posizionamento. Solo raramente viene installata la telecamera all'interno in un momento successivo, ma la funzione principale della colonnina è dissuasiva.

Quanto ad Alverà, purtroppo sul rettilineo si corre molto e si corre troppo soprattutto fuori stagione, ma in tutta sincerità non credo che i residenti vogliano seriamente avere i vigili appostati in loco (molto impopolari) , né si possono mettere dissuasori a terra perché la strada non è comunale.

Cordialità e buon lavoro

Jacopo Calvi

 

05/06/2019 - Lettere al giornale


COLLEGAMENTI

Lettere, opinioni, commenti

Tutti gli articoli di questa categoria

Voci di Cortina