logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


La tripletta invernale di Stefano Zardini

Il fotografo ampezzano Stefano Zardini presente con le sue opere in tre mostre tra Cortina d’Ampezzo e Saint Moritz.

Apertura di stagione invernale intensa e ricca per Stefano Zardini che, dopo aver inaugurato, presso la Ikonos Art Gallery di Cortina, la mostra SnowLand, intraprende un’emozionante avventura con un’esposizione di 20 opere presso l’antica casa  engadinese Talvo  di Champfer e ritornare tra le vette della Conca ampezzana per l’imminente apertura della mostra collettiva Snow Art – Dolomiti romanticheche inaugura il 4 gennaio presso il nuovo spazio Lagazuoi Expo Dolomiti.

La neve è la protagonista indiscussa dei 20 scatti in esposizione presso la Ikonos Art Gallery in Via del Mercato a Cortina d’Ampezzo. Con la sua Nikon Stefano Zardini coglie e propone aspetti inattesi, inconsueti ed emozionanti della coltre bianca che tra bellezza e silenzio si lascia segnare. Non vi è spazio per la consuetudine: sebbene la neve sia una realtà piuttosto comune tra le montagne tramite la visione di Zardini essa si trasforma dando luogo a opere misteriose, affascinanti e sorprendenti come a ricordarci che ciò che ci circonda si lascia leggere in infiniti modi secondo la nostra stessa capacità di guardare.

Particolarmente importante nella stagione invernale 2019 è la mostra, sempre dal titolo SnowLand che si è inaugurata il 30 dicembre scorso al Talvo una delle più antiche case di Champfèr.  A pochi chilometri da Saint Moritz, nella splendida cornice dell’Engadina nel Canton Grigioni in Svizzera, la nota galleria Petra Gut Contemporary di Zurigo presenta una mostra interamente dedicata a Stefano Zardini. Dal 31 dicembre 2018 al 30 giugno 2019 gli ospiti di Talvo potranno ammirare 20 opere del fotografo ampezzano selezionate dalle mostre più recenti dell’autore.

L’esposizione, voluta e organizzata dalla Petra Gut Contempoary dopo il successo ottenuto dalle foto che Zardini aveva precedentemente presentato nello spazio espositivo di Zurigo, nei suoi primi giorni di apertura conferma l’interesse degli svizzeri per le opere del fotografo ampezzano.

All’opening del 30 dicembre numeroso, competente e attento, il pubblico ha apprezzato le elaborazioni sulla neve di Zardini, il suo stile innovativo che va al di là delle classiche immagini di montagna. Di grande soddisfazione per l’artista il riscontro ottenuto la notte di San Silvestro quando uno dei più noti industriali svizzero ha scelto e riservato in esclusiva per i suoi ospiti, una ristretta cerchia di amici imprenditori tra cui collezionisti e appassionati d’arte, il Talvo,  per passare la fine dell’anno tra le fotografie delle valli dell’Engadina e dell’Ampezzo realizzate da Zardini. Particolarmente richiesta la foto “Engadin marathon”per la quale Zardini ha realizzato una compressione temporale da circa 50 scatti, racchiudendo, in un’unica immagine, 3200 maratoneti. Molti dunque i complimenti al nostro artista ampezzano che è sempre  più apprezzato all’estero.
 
Zardini è quindi tornato di corsa a Cortina d’Ampezzo per essere presente nella sua galleria in via del Mercato dove è aperta, fino al 22 aprile, la sua mostra SnowLand e per presenziare all’inaugurazione della mostra Snow Art – Dolomiti romantiche nel nuovo spazio Lagazuoi Expo Dolomiti: una mostra collettiva a 2700 m di altitudine dedicata a tre fotografi, tra cui Zardini appunto che presenta “La Negazione della disciplina della Ragione”. Facilmente raggiungibile in pochi minuti grazie alla funivia Lagazuoi in partenza dal Passo Falzarego, la mostra sarà visitabile dal 05 gennaio al 7 aprile 2019.

(Comunicato stampa Ikonos Art Gallery)

17/01/2019 -

Pubblicato sul giornale n. 0 -


COLLEGAMENTI

Associazioni e volontariato

Tutti gli articoli di questa categoria

Voci di Cortina