logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


I LIBRI: LA MONTAGNA IN PIU'

Tra le cime dolomitiche si č alzata una nuova montagna, ma non cosė facile da scalare. L'editoriale di Ennio Rossignoli

Estate del 1972: da un'idea condivisa di Ilario Sovilla, il Cesarino Branduani di Cortina, nasce il mese Mondadori, primo avvio di una storia destinata a fare della regina dolomitica il cuore di una cultura che ha nel libro il movente di una magnifica avventura. Negli anni si sono succeduti i protagonisti di un meccanismo che nella bellezza di una natura incomparabile  ha accolto l'intero mondo della letteratura e di ciò che a essa può essere ricondotto, restando – pur nel pullulare delle manifestazioni del genere  - il progetto di una eccellenza.

Fino alle straordinarie performance che da tempo un geniale intrattenitore di talenti riesce a moltiplicare: il giovane Chiamulera (è di lui che si parla) si è così proposto come il brillante continuatore di una tradizione che grazie a a lui è venuta via via arricchendosi, pur conservando la fondamentale impostazione di un confronto diretto con lo scrittore attraverso l'analisi della sua opera.

Una operazione di alto profilo, nella quale convergono  il forte impatto turistico e la controtendenza che oppone la pagina scritta, e ciò che essa implica in termini di riflessione, alla dilagante cultura dell'immagine e delle volanti semplificazioni della pratica digitale.

Il libro viene così ad acquistare il valore di uno strumento capace di intervenire nel processo di elaborazione delle idee, a difesa di quella virtù della conoscenza che oggi sembra esposta a un declino inarrestabile: per questo la kermesse cortinese si propone, al di là delle implicazioni letterarie, come una occasione di forte valenza sociale per il ritorno alla civiltà del pensiero.

Tra le cime dolomitiche si è alzata così una nuova montagna. Più facile da scalare? A pensarci bene, mica poi tanto.

07/12/2018 - Ennio Rossignoli


Voci di Cortina