logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


Torna a Cortina “The Queen of Taste” 2018, con i migliori chef per un ristorante a cielo aperto

Domani, 8 settembre, il Corso Italia di Cortina d’Ampezzo si trasformerà in un ristorante a cielo aperto. A pranzo i sapori della montagna serviti a tavola con tocco glam e a cena le ricette gourmet saranno presentate in versione street food. Ecco alcuni dei piatti raccontati dagli chef.

Un “viaggio” tra i sapori delle Dolomiti. Una passeggiata di gusto tra il tenero filetto di cervo, risotto alle ortiche, faraona ripiena di funghi freschi di montagna ed ancora torta di polenta e conchiglioni soffiati con formaggio fresco e pomodori confit.

Sono solo alcuni dei piatti proposti nel ricco menù messo a punto per lo StrEat Lunch, il pranzo d’autore in programma domani 8 settembre nel centro di Cortina d’Ampezzo e in occasione dello StrEAT Chef – Sapori in Corso, l’evento clou del festival, durante il quale i più famosi ristoranti ampezzani porteranno per un giorno le cucine in strada offrendo i loro piatti gourmet in versione street food. I visitatori potranno così degustare e scoprire i loro segreti in cucina curiosando tra le caratteristiche casette di legno organizzate  lungo il Corso Italia, all’altezza del Comune e all’interno dell’Hotel Concordia, a disposizione degli chef grazie alla collaborazione con la Cooperativa di Cortina.

«Ho voluto rendere omaggio alla carne di selvaggina tipica del nostro territorio -ha spiegato Carlo Festini, chef del ristorante Lago Scin. Per il pranzo proporremo una faraona ripiena di funghi e frutti di bosco, un contrasto tra il sapore forte della carne e quello dolce della frutta. Mentre per la sera presenteremo un piatto tipico Veneto: una terrina di fagiano con pan brioche caldo. L'anno scorso, a causa dell'alluvione che ha colpito la nostra struttura abbiamo avuto dei problemi, ma grazie anche ai volontari che hanno spalato con noi via il fango, quest’anno siamo pronti a far assaggiare le nostre gustose portate».
 
«Per il nostro piatto ci siamo ispirati al cibo da passeggio per eccellenza: una pita con stinco di vitello e verdurine brasate - ha aggiunto Piero Bocus del ristorante Villa Oretta - Abbiamo voluto presentare una portata che potesse rappresentare il giusto mix tra il gusto e la praticità con un tocco mediorientale, la pita. Questo è un piatto che mio padre propose per la prima volta a Cortina negli anni ’60 e che è diventato presto caratteristico della zona».
 
Prodotti locali, reinventati per l’occasione, sono alla base anche della portata proposta da Riccardo Gaspari, chef del ristorante Sanbrite.  «Puntiamo sulla trota, lasciata marinare per ben due giorni interi nel sale e nello zucchero -spiega lo chef– Vogliamo valorizzare un pesce d’acqua dolce, delle nostre montagne, accompagnato da ribes di bosco, grano saraceno e caviale di trota. Di sicuro una delizia che promette di accontentare anche i palati più difficili».
 
Il pranzo, che prevede un menù di cinque portate è stato ideato da alcuni degli chef dei ristoranti più prestigiosi della conca e delle valli limitrofe ovvero Graziano Prest del Tivoli, Renzo dal Farra della Locanda San Lorenzo di Puos d’Alpago, Fabio Pompanin del Camin e Carlo Festin del Lago Scin. Al tocco “dolce” ci penserà il “re” della pasticceria di Cortina, Massimo Alverà che per la speciale circostanza presenterà una delle sue ultime creazioni, “Trasparenza di fine estate”. (Evento su prenotazione).
 
Alla giornata parteciperanno anche gli chef: Nicola Bellodis (Ristorante Rio Gere), Luigi Dariz (Da Aurelio), Alessandro Favrin (La Corte del Lampone presso Hotel Rosapetra), Nur Islam e Matteo Picin (Villa Oretta presso Hotel Villa Oretta), Riccardo Gaspari (Sanbrite), Luca Menardi (Baita Fraina), Francesco Paonessa (Al Capriolo), Roberto Piccolin (Ariston), Fabio Groppi (Ristorante Dolomieu presso Dv Chalet), Franco Favaretto (Baccalàdivino) e Stefano Zizzola (Pasticceria Zizzola).
 
Gli appuntamenti rientrano tra quelli organizzati per la seconda edizione di “The Queen of taste” 2018, il festival gastronomico nato all’ombra delle Dolomiti, all’insegna della convivialità e dello stile organizzato da Cortina for Us. The Queen of Taste, apre anche le porte del parterre della Audi FIS Ski World Cup. Grazie alla collaborazione con Fondazione Cortina 2021, i primi 100 gourmand che acquisteranno un carnet da €60 per StrEAT Chef avranno in omaggio un ingresso al parterre della Coppa del Mondo di Sci.
 
Tra una portata e l’altra, inoltre, sarà possibile approfittare degli sconti e delle offerte in esclusiva proposte dai 52 negozi che hanno aderito all’iniziativa “Pink Saturday”, pensata interamente per gli amanti dello shopping. Gli esercizi commerciali osserveranno l’orario prolungato e resteranno aperti fino a tarda sera.

Apertura straordinaria anche per i Musei delle Regole (il Museo d'arte moderna Mario Rimoldi, il Museo Paleontologico Rinaldo Zardini e il Museo Etnografico) che, a partire dalle 15 e 30, proporranno la "Festa dei Musei" con visite guidate e esperienze culturali per mostrare come si filava la lana o si viveva tempo fa sulle montagne.
 
 
L’Associazione Cortina For Us

 
L’associazione senza scopo di lucro nasce nel 2014 con lo scopo di promuovere e favorire la collaborazione tra aziende private, enti pubblici e realtà associative presenti nell’area della provincia di Belluno. In questi anni l’organizzazione ha, in particolare, stretto un solido rapporto con la Confcommercio Imprese per l’Italia, l’Associazione Albergatori e numerose altri enti del territorio contribuendo alla realizzazione di iniziative ed eventi tra cui la Coppa del Mondo di Sci femminile, la Fashion Weekend, appuntamento arrivato quest’anno alla sua ottava edizione, il Carnevale 2017 e altri progetti come l’allestimento di un esclusivo mercatino dell’antiquariato e l’illuminazione del centro storico della città in occasione delle festività natalizie.
 

 

 

 

07/09/2018 - Redazione


COLLEGAMENTI

Associazioni e volontariato

Tutti gli articoli di questa categoria

Voci di Cortina