logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


Arrestata una donna per furto in gioielleria a Cortina

La Polizia è risalita alla donna grazie alla telecamere del negozio e a quelle comunali

Nella mattinata del primo dicembre dello scorso anno, la proprietaria di una gioielleria di Cortina d’Ampezzo segnalava, riuscendo anche a descriverla che tre giorni prima, una donna, le aveva rubato un rotolo in stoffa di colore arancione di quelli utilizzati per mostrare la merce ai clienti. L’astuccio conteneva circa 80 braccialetti in oro giallo e bianco, del valore complessivo di circa 20 mila euro.

Subito erano scattate le indagini e gli uomini del Commissariato, attraverso la visione delle immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza della gioielleria, erano riusciti a ricostruire l’accaduto e a constatare l’abilità della donna nel sottrarre il rotolo di stoffa con all’interno i bracciali.

La donna infatti, con assoluta tranquillità, per ben venti minuti circa, aveva tenuto occupata la proprietaria del negozio facendosi mostrare numerosi oggetti preziosi; conquistata la sua fiducia era riuscita a trafugare l’astuccio e a metterlo in borsetta. Uscita dal negozio si era poi dileguata.

Grazie alla telecamere del negozio e a quelle comunali presenti a Cortina, gli agenti erano stati in grado di ricostruire tutti i movimenti della donna, riuscendo anche ad individuare l’auto che aveva utilizzato per la fuga, una Renault Modus di colore scuro.

Utilizzando le banche dati della Polizia di Stato si è riusciti a risalire alla donna, poi riconosciuta dalla proprietaria della gioielleria.   

Gli uomini del Commissariato hanno a questo punto segnalato i risultati dell’attività investigativa alla Procura della Repubblica di Belluno. Il GIP del tribunale, valutati gli elementi acquisiti dalla Polizia, ha disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti di H.A., una donna del ’63 facente parte di una famiglia di nomadi.

L’arresto è stato eseguito mercoledì 30 maggio, quando H.A. è stata rintracciata a Vimercate (MB) e trasferita presso il carcere “San Vittore”  di Milano.

(Comunicato stampa Questura di Belluno)

09/06/2018 - Redazione


Voci di Cortina