logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


Una scuola bilingue al Centro Montessori di Cortina

Dal prossimo settembre la scuola elementare primaria Montessori diventerà bilingue italiano-inglese, e verranno inserite ore d’inglese anche alla “Casa dei Bambini”

Un progetto bello, utile, ambizioso, che guarda avanti per il futuro dei bambini di Cortina: al Centro Montessori di Cortina dal prossimo settembre la scuola elementare primaria diventerà bilingue italiano-inglese, e verranno inserite ore d’inglese anche alla “Casa dei Bambini”.

Il progetto del bilinguismo al Montessori è stato presentato giovedì sera alla Casa delle Regole, dalla presidente Giorgia De Lotto, assieme al corpo docente.

«L’inglese è un strumento indispensabile per diventare protagonisti del proprio futuro in un territorio in cui il turismo internazionale e l’imprenditoria sono sempre in crescita. Sicuramente una valenza per Cortina» ha spiegato Giorgia De Lotto. «Avere una scuola con questa caratteristica è una nuova opportunità per Cortina, non solo per i suoi cittadini, ma anche per gli ospiti che sempre più apprezzano l’unicità del nostro paese. Con il bilinguismo il Centro Montessori di Cortina sarà un nuovo punto di riferimento per la didattica anche a livello provinciale, in quanto una delle prime scuole a proporre questo servizio».  

Chiara Onger, Giada Da Poz e Marta Santeramo, le insegnanti rispettivamente della Scuola Primaria, della Casa dei Bambini, e la  nuova insegnante di inglese, hanno poi illustrato come si avvierà il progetto. «L’insegnamento della lingua inglese c’è già, alla scuola Montessori, e quest’anno abbiamo introdotto l’inglese potenziato, per avvicinarci gradualmente al bilinguismo» ha spiegato Chiara, a Cortina da due anni, dopo aver frequentato il corso Montessori a Bologna.

Giada, insegnante alla Casa dei Bambini, ha spiegato il perché si inizierà con l’inglese già nella fascia dai tre ai sei anni: «Nell'età compresa tra i 3 e i 6 anni i bambini assorbono la la realtà che li circonda in un modo spontaneo e naturale, senza sforzi particolari. La conoscenza dell'inglese è un requisito fondamentale per la vita futura dei nostri bambini ed è proprio questa fascia di età il momento ideale per approcciarsi alla lingua. L’inserimento dell’inglese alla Casa Dei Bambini avverrà discretamente, senza portare modifiche alla quotidianità e soprattutto mantenendo i principi distintivi dell'ambiente montessoriano: rispetto dei tempi e degli spazi, libera scelta e centralità
del bambino».

Marta Santeramo o, come preferisce essere chiamata, Ms Marta, sarà l’insegnante di inglese che sostituirà Alessandra Urbancich, che ha insegnato fino ad oggi nel Centro di Cortina, ma che non può portare avanti il progetto del bilinguismo, in quanto non provvista dell’abilitazione Montessori. Non si tratta ora infatti di inserire l’ora di inglese tradizionalmente intesa, perché l'inglese sarà parte integrante del percorso educativo: geografia, matematica, educazione cosmica verranno fatte anche in inglese, con la compresenza delle due insegnanti.

Ms Marta ha vissuto per 18 anni all’estero e ha insegnato in scuole di varie parti del mondo, per ultima una scuola Montessori in Svizzera. «Ora sono in Italia, ho fatto una scelta di vita personale venendo a Cortina. Mi sono resa conto di quanto importante sia conoscere un’altra lingua. Qui porto un progetto già fatto, che mi sento in grado di riproporre in un ambiente e con delle persone che sono disposte a metterlo in atto».

07/05/2018 - Marina Menardi


COLLEGAMENTI

Cultura, editoria, storia

Tutti gli articoli di questa categoria

Voci di Cortina