logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


Codivilla Putti: ok dalla Giunta regionale alle linee guida del bando per la gestione

L’Assessore regionale Coletto: «Tutte promesse mantenute, compresa osteomielite”. Lavori per 35 milioni

Prosegue il cammino a suo tempo delineato dalla Regione per dare un futuro all’Ospedale Codivilla-Putti di Cortina d’Ampezzo.

La Giunta veneta, su proposta dell’Assessore alla Sanità, ha infatti approvato oggi le linee guida per la redazione del bando attraverso il quale sarà scelto l’operatore privato-accreditato al quale affidare la gestione della struttura.

In precedenza la Giunta regionale aveva anche approvato la scheda di dotazione ospedaliera che assegna al Codivilla 80 posti letto, dei quali 40 di ortopedia e traumatologia, 20 di medicina generale e 20 di recupero e riabilitazione funzionale, oltre a un efficiente Punto di Primo Intervento.

“Tutto confermato nelle linee guida per il bando – dice l’Assessore – a riprova che le polemiche che si sono succedute non avevano motivo di essere. Il Progetto gestionale che gli offerenti sono tenuti a presentare deve essere infatti articolato nelle seguenti aree e funzioni: osteomileite e infezioni ossee, ortopedia, riabilitazione, sindrome chimica multipla Posto di Primo Intervento, servizi ambulatoriali. Si noti – aggiunge – la presenza dell’osteomielite e delle infezioni ossee, sul cui presunto e non veritiero taglio si sono costruiti mesi e mesi di tormentone catastrofista senza fondamento”.

Tra le linee guida è prevista anche la cosiddetta “clausola sociale” a garanzie dei dipendenti che prestano la loro opera presso la struttura.

Confermati anche i lavori di adeguamento del Padiglione Codivilla (20 milioni a carico della Regione) e del Padiglione Putti, di proprietà dell’Inail e condotto in locazione dall’Ulss 1 Dolomiti (ulteriori 15 milioni a carico di Inail).

Come raccomandato dalla Commissione del Consiglio regionale, che ha valutato e approvato le proposte della Giunta, il tutto dovrà tenere conto della scadenza dei mondiali di sci di Cortina 2021.

Il valore della produzione della gestione affidanda sulla base del quale gli offerenti devono formulare le proprie offerte è determinato dal budget fissato dalla Regione per un importo pari a 5 milioni di euro, dal finanziamento a funzione per l’attività di Punto di Primo Intervento e di servizi di poliambulatori, da un extra-budget presuntivo di 10 milioni correlato alla capacità gestionale di realizzare mobilità attiva  extraregionale, dagli introiti della gestione derivanti dalla capacità gestionale di realizzare mobilità attiva dall’estero.

ALLEGATA DELIBERA LINEE GUIDA


Comunicato nr. 190-2018 (SANITA’)


21/02/2018 - Redazione

Consulta l'allegato


Voci di Cortina