logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


Bormio 2005 e Cortina 2021: «Attenzione a non ripetere gli stessi errori»

Le associazione ambientaliste (Mountain Wilderness, CIPRA Italia, WWFVeneto, Peraltrestrade e Libera Cadore) nel corso di un incontro con l'AD di Fondazione Cortina2021, avvocato Paolo Nicoletti, hanno espresso le loro preoccupazioni per l'impatto negativo che i Mondiali 2021 potranno avere sul delicato ambiente dolomitico.

«Non vorremmo che si ripetesse la situazione di BORMIO 2005 che è costata all' Italia una condanna della Corte Europea di Giustizia del Lussemburgo (sentenza 20/09/2007) per violazioni delle normative UE sulla protezione dell'Ambiente, la direttiva “Uccelli” e la direttiva “Habitat”,  in occasione dei lavori di adeguamento delle piste da sci nel Parco Nazionale dello Stelvio ( tra l'altro, 3000 alberi abbattuti, sbancamenti non autorizzati in quota, sventramento della cima di monte Sobretta, sparizione di una torbiera protetta  e continue varianti in corso d'opera che non hanno permesso una valutazione ambientale complessiva)».

E pensare che già in occasione dei Mondiali di Bormio1985 le proteste e le denuncie erano piovute: evidentemente l'esperienza non ha insegnato. Prendiamolo allora come un monito per Cortina 2021 ed evitiamo di citare Bormio quale esempio di buone pratiche!

Ma come ebbe ad affermare all'epoca il WWF:  «L' ambiente non si salva in tribunale». Bisogna cambiare la cultura che sta alla base di questi Grandi Eventi sportivi. Ed è quindi assolutamente indispensabile intervenire PRIMA per evitare una “legacy” negativa sia per Cortina che per l'Italia.

Le associazione ambientaliste hanno in particolare rilevato come punti ad elevata criticità siano le due zone di arrivo delle gare, Rumerlo e Col Drusciè, ove sono previsti interventi che, tra sbancamenti e riporti, si annunciano assai pesanti e che rischiano di provocare ferite difficilmente rimarginabili. L' avvocato Nicoletti, precisando che le opere da realizzare non sono ancora state definite, ha comunque assicurato massima attenzione  alla sostenibilità e trasparenza.

In questo senso sarà opportuno mettere quanto prima la popolazione di Cortina al corrente di quali siano i reali progetti..

Comunicato stampa WWF Veneto

17/10/2016 -


Voci di Cortina