logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


Blitz della Finanza in Municipio e nella sede di Cortina Turismo a Cortina, undici indagati

Tra sindaco,amministratori,ex consiglieri e presidente del Consorzio Cortina Turismo per il contributo del Comune di tre milioni di euro

CORTINA (BELLUNO), 4 MAG - Blitz della Guardia di finanza di Belluno nel comune di Cortina d'Ampezzo e nella sede del Consorzio Cortina Turismo su delega della Procura bellunese che ha indagato undici persone, tra le quali il sindaco, amministratori, ex consiglieri comunali e il presidente del Consorzio.

Al centro dell'inchiesta un'erogazione fatta dal Comune al Consorzio di 3 milioni di euro, un importo superiore a quello previsto dall'Unione Europea per aiuti pubblici, in cui tetto e' di 200 mila euro in un triennio.

(Fonte: ANSA.IT)

Guardia di Finanza di Belluno in Comune, l’Amministrazione commenta la vicenda

La Guardia di Finanza questa mattina ha svolto alcuni controlli nel Comune di Cortina d'Ampezzo e nella sede del Consorzio Cortina Turismo su delega della Procura bellunese. Al centro dell’inchiesta, un finanziamento erogato dal Comune al Consorzio turistico. I fatti risalgono alla fine del 2011.

L’AMMINISTRAZIONE — «Si tratta di un’indagine che la Procura, ovviamente, ha tutto il diritto e il dovere di portare avanti, e da parte dell'Amministrazione Comunale ci sono come sempre totale disponibilità e massima collaborazione. Nel merito possiamo solo dire che se da un lato l’Amministrazione Comunale rivendica di aver sempre investito sull’attività di promozione turistica — volàno indispensabile per l’economia di Cortina d’Ampezzo —, dall’altro all’epoca era stata proprio la minoranza consigliare ad avanzare gli stessi dubbi che vengono riproposti oggi. L’assoluta buona fede dei consiglieri comunali — precisa il Comune — è dimostrata dal fatto che fu deciso di posticipare la votazione proprio per richiedere un ulteriore parere legale, che garantisse sulla correttezza e legittimità di quello che si stava andando a votare. Solo una volta avuti i pareri favorevoli del responsabile dell’Ufficio Sport e Turismo, del Segretario Comunale e, appunto, del legale, la delibera fu approvata in Consiglio Comunale».

Francesco Giusto
Portavoce del Sindaco

04/05/2016 - Redazione


Voci di Cortina