logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


ANALISI METEOROLOGICA DEL MESE DI MARZO 2016

Questo mese è risultato più piovoso/nevoso del normale, con temperature in linea con le medie pluriennali. Fino a metà mese tempo spesso variabile, a tratti perturbato, con alcune giornate fredde, poi dal 16 al 27 fase di prevalente bel tempo, con rialzo termico. Fine mese con alcune giornate nuvolose e miti.

Le temperature medie mensili sono risultate nella norma, con una prima metà del mese normale o inferiore alle medie ed una seconda metà con alcune oscillazioni, ma spesso al di sopra dei valori normali. Lo zero termico è variato fra un minimo di 800 m del giorno 9 ed un massimo di 3030 m del giorno 31.

Le precipitazioni totali mensili sono risultate più consistenti del consueto con scarti generalmente compresi fra il 40 ed il 70%, ad esclusione dell'Agordino (scarto 20-30%). Ricordiamo che marzo presenta normalmente un regime pluviometrico ancora invernale, con apporti medi solitamente ancora piuttosto scarsi. Quasi tutte le precipitazioni si sono concentrate nella prima metà del mese, in particolare nella prima settimana, quando si è avuto anche un intenso episodio di maltempo (giorno 5).

La neve è caduta abbondante in montagna fra il giorno 3 ed il giorno 7, anche a quote medio-basse (occasionalmente anche nei fondovalle prealpini). Da inizio anno si rilevano importanti surplus rispetto alle medie, con scarti in genere compresi fra il 40 e l'80%.

Nelle località più alte dell'Alpago è piovuto più del doppio dei valori attesi, a causa di frequenti configurazioni nella prima settimana, che hanno causato un forte flusso perturbato da Est, con conseguente effetto di intensificazione delle precipitazioni sui monti dell'Alpago al confine con il Friuli.

Di questo mese si devono ricordare:

• Le abbondanti nevicate dei giorni 3 e 5, che hanno causato numerosi schianti di alberi e alcuni blackout elettrici, specialmente fra Alpago e Cansiglio il giorno 3, quando sono caduti 50 cm di neve fresca in Cansiglio in circa 24 ore, 48 cm a Sappada e a Pecol di Zoldo e 43 cm a Pieve di Cadore. In questo giorno si è registrato vento forte soprattutto sulle Prealpi, con raffiche di 89 km/h a Quero e 62 km/h a Sospirolo.

• Le abbondanti precipitazioni del giorno 5, con 122 mm in Cansiglio e con nuove copiose nevicate in montagna (40-75 cm a 2000 m). Al mattino del giorno 9, dopo le ulteriori nevicate del 7 e dell'8, si misura a Casera Palantina (1505 m, in Alpago) un manto nevoso di 267 cm.

In tutto si sono avuti 13 giorni soleggiati, 15 variabili e 3 giorni di maltempo.

A.R.P.A.V. - Dipartimento Regionale per la Sicurezza del Territorio -
Servizio Idrologico

02/04/2016 - Redazione


Voci di Cortina