logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


Nuova frana ad Acquabona questa mattina all'alba

Chiusa la Statale in entrambi i sensi. La riapertura è prevista alle ore 17.

La pioggia violenta di questa notte ha provocato un'altra colata detritica in località Acquabona, tra Cortina e San Vito di Cadore. L'allarme è stato dato questa mattina, e conseguentemente è stata chiusa la SS51 di Alemagna in entrambi i sensi.

L'Anas ha informato che sono in corso i lavori di pulizia della sede stradale avviati a seguito del movimento franoso verificatosi nella notte. La riapertura, almeno parziale, della Strada Statale è prevista per le ore 17,00 di oggi, come informato dalla Prefettura.

«Ancora una volta il piano per la sicurezza ha funzionato, e le auto sono state bloccate proprio al momento della colata di detriti» informa il Comune di Cortina in una nota. «Il nuovo smottamento che all’alba di questa mattina ha interessato la statale Alemagna (SS 51) in località Acquabona, poco prima di Cortina, è stato gestito con la massima velocità dalla Protezione Civile, attivata dal Sindaco Franceschi alle 4.30 di notte. Come da protocollo d’emergenza, ai primi segnali di pericolo, sono stati quindi attivati gli speciali semafori posizionati sulla strada nei pressi della frana e questo ha consentito fermare appena in tempo le auto che stavano transitando sulla statale 51 di Alemagna».

«Voglio ringraziare pubblicamente tutti coloro che ogni volta si prodigano per garantire la sicurezza delle persone che transitano sul tratto stradale di Acquabona» afferma il Sindaco di Cortina Andrea Franceschi «purtroppo - continua il primo cittadino - siamo sempre a rischio e anche questa volta la colata detritica aveva grosse dimensioni, ma quantomeno la sorveglianza sul posto e la tempestività della Protezione Civile hanno garantito che non ci fossero persone e mezzi coinvolti. Sarebbe bastato un piccolo ritardo per farci parlare di tragedia».

(Nella foto: un'immagine di questa mattina della colata detritica sulla Statale ad Acquabona)

14/09/2015 - Redazione


Voci di Cortina