logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


Mondiali di sci: l'organizzazione in mano a gente fuori Cortina

Domani il consiglio comunale alle otto per approvare lo statuto e l'atto costitutivo dell'associazione "Cortina 2021", che gestirà l'evento iridato. Nel consiglio direttivo Fisi, Coni, Regione, Provincia e Comune di Cortina. Al momento è presidente Flavio Roda, e nel comitato esecutivo, oltre ai rappresentanti dei cinque enti, tre membri nominati da Malagò

Domani, venerdì, si riunirà il consiglio comunale alle ore otto  per approvare lo statuto e l'atto costitutivo dell'associazione "Cortina 2021", che gestirà l'evento iridato cui Cortina è candidata unica.

Soci fondatori dell''associazione saranno la Fisi, con il presidente Flavio Roda, la Regione, con Luca Zaia o con l'assessore regionale al Turismo, il Comune di Cortina d'Ampezzo, con il Sindaco, la Provincia di Belluno, con il vice presidente Padrin, e il Coni con un soggetto che ancora non è stato indicato, in qualità di socio onorario.

Questi i soci fondatori, ma, ha spiegato il sindaco Franceschi, «potranno aderire successivamente anche altri membri, quali categorie o soggetti economici, non necessariamente di Cortina». Le modalità di adesione, tuttavia, ancora non sono state inserite nello Statuto dell'Associazione, ma verranno decise più avanti.

Vi è poi il Consiglio Direttivo, composto da otto membri eletti dall'Assemblea: uno per ogni ente, più tre vacanti in attesa della nomina del presidente. Il presidente verrà nominato dall'assemblea, e potrà appunto indicare tre membri a propria scelta da inserire nel comitato esecutivo, che sarà la parte operativa del consiglio direttivo.

«Il primo presidente dell'Associazione Cortina 2021 sarà Flavio Roda, che farà da traghettatore in attesa della nomina del presidente esecutivo da parte dell'assemblea dei soci» ha spiegato Franceschi in commissione. «Nel frattempo, i tre membri del comitato esecutivo saranno nominati dal presidente del Coni Giovanni Malagò, con l'impegno di farsi da parte quando verrà nominato il presidente, il quale porterà tre persone di sua fiducia. In pratica, tutto ruota attorno alla figura del presidente». Cortina, quindi, sarà presente con un solo membro su otto.

Ieri, mercoledì 29, la convocazione urgente della commissione consiliare per la costituzione dell'Associazione Cortina 2021, per permettere ai soci fondatori di recarsi il pomeriggio di domani, dopo il consiglio comunale, dal notaio per la costituzione formale del nuovo soggetto giuridico che gestirà l'evento mondiale cui Cortina è candidata unica.

Ma l'urgenza non è più  urgente e la firma dal notaio per la costituzione dell'associazione "Cortina 2021”,  dopo oltre cinque mesi dall'esito del referendum che ha visto vincere il sì alla candidatura di Cortina ai Mondiali del 2021, slitterà ancora di qualche settimana.

«I motivi dell'urgenza - aveva detto Franceschi in commissione - sono dettati dal fatto che siamo riusciti a combinare l'agenda dei vari soggetti interessati in modo da essere tutti presenti venerdì a Treviso dal notaio».

E così in commissione c'è stato appena il tempo di leggere lo Statuto, ma non di discuterne i punti per eventuali modifiche o aggiustamenti, perché «non c'è tempo, e comunque lo Statuto è stato visto da numerosi studi legali di vari enti sportivi e su questo possiamo essere tranquilli» aveva assicurato Franceschi.

Ma ecco, nella mattinata di ieri, a sole poche ore dalla Commissione, la comunicazione ai consiglieri comunali: «Nella serata di ieri il CONI mi ha contattato per evidenziare che, a causa di un imprevisto, l'appuntamento dal Notaio potrebbe essere posticipato di qualche settimana. La conferma definitiva» informa il Sindaco «ci verrà data solamente nel corso della giornata di oggi e pertanto, non avendo ancora ricevuto nessuna comunicazione ufficiale, ho ritenuto opportuno procedere ugualmente con la convocazione del Consiglio così da essere pronti ad ogni evenienza».

Il sindaco pare dunque negare la possibilità a questo punto di rivedere con calma lo statuto, che, come da lui stesso affermato in commissione, è stato consegnato al Comune di Cortina solamente mercoledì mattina. In ogni caso, con questo ulteriore ritardo si rischia di arrivare ai primi di settembre, quando arriveranno a Cortina i 12 delegati della Fis per il sopralluogo per fare il punto sui Mondiali, senza un soggetto giuridico di riferimento per quanto riguarda l'organizzazione dell'evento iridato che Cortina d'Ampezzo insegue da oltre otto anni, e di giocarsi così l'anno in più a disposizione quali candidati unici.


in allegato: lo Statuto dell'associazione "Cortina 2021"

30/07/2015 - Marina Menardi

Consulta l'allegato


Voci di Cortina