logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


Enrico Ghezze del Comitato del "si", ne ha per tutti e attacca il comune di Cortina, il Comitato 2019 e il Comitato Referendum. La replica del Comitato Referendum 2021

Il Comitato Referendum Cortina 2021 replica al Comitato del sì e chiede chiarezza riguardo al dossier presentato alla FIS a Barcellona. «Se queste sono le cose più interessanti da ha dire per convincere la gente, siamo a cavallo! Solo illazioni e nessun fatto concreto»

Basta chiacchiere! Facciamo parlare le carte. Il dossier presentato alla FIS a Barcellona continua ad essere tenuto segreto ai cittadini cortinesi che devono votare il Referendum.

I contenuti sono noti agli addetti ai lavori e cominciamo a capire il riserbo: c'è forse imbarazzo a divulgare che il Comune GARANTISCE che supporterà ECONOMICAMENTE le attività prima e durante i Mondiali?

È giusto che i cittadini sappiano che nel dossier le garanzie del supporto economico dell'evento sono firmate dal vice sindaco allora facente funzione Enrico Pompanin.

Perché non si informa, poi, delle migliaia di metri di terreni da acquisire, e se necessario, da espropriare, ai privati, per la strada a Gilardon? Aggiungiamo noi, poi, che il Comune ha stanziato già 8 milioni di euro per l'allargamento della strada per i 15 giorni di gare.

Perché si attacca chi firma per un Referendum e non si fa cenno che devono ancora essere coperti oltre mezzo milione di euro delle precedenti bocciature?

Non è forse un DANNO di immagine essere bocciati per quattro volte di fila, a causa di promesse non mantenute? E il ritiro in Corea, ne vogliamo parlare?

Chi pensa che oggi siamo in grado di organizzare un Mondiale confida che arrivino i “foresti” a tirarci fuori dai guai con un po’ di soldi da investire sul NOSTRO territorio, UNICO bene che abbiamo.

Dimenticano che ci hanno già dato 12 milioni di euro  per fare l’impianto Son dei Prade – 5 Torri, e non ci pare che gli impiantisti siano così entusiasti come qualcuno vuole fare credere.

Al Comitato del SI, consigliamo la prudenza di non sputare sull’attuale Amministrazione comunale, o almeno aspettare finché i debiti dei Comitati precedenti non sono stati saldati (ovviamente da soldi pubblici).

La popolazione chiede a gran voce informazioni COMPLETE E CORRETTE, non servono le contumelie.
Quanto a noi, ci faremo sentire con alcune riflessioni che possano aiutare gli elettori a decidere, senza COSTRINGERE i cittadini comuni ad esporsi ed essere magari feriti dagli insulti.

Mettiamo inoltre a disposizione di coloro che volessero promuovere il NO, gli spazi comunali che ci hanno assegnato e altri spazi sui media; gli interessati possono contattarci su Facebook (Cortina 2021 Pensiamoci bene) o inviare una mail a: referendum.cortina.2021@gmail.com.

Comunicato stampa inviato dal Comitato Referendum Cortina 2021

26/03/2015 - Redazione


Voci di Cortina