logo Voci di Cortina
Cassa Rurale Cortina Cooperativa Cortina


Arriva il via libera alla realizzazione della nuova pista Antonio Sailer

«Ora - commenta il Vicesindaco Enrico Pompanin - ci presentiamo a Barcellona con tutte le carte in regola».

La Regina delle Dolomiti arriva più forte all'appuntamento decisivo del 5 giugno a Barcellona. Enrico Valle: abbiamo fatto un bel gioco di squadra. Sandro Da Rold di Confindustria Belluno Dolomiti: questo è risultato positivo per tutti

Belluno, 26 maggio 2014 - Cortina d'Ampezzo si presenta più forte all'appuntamento decisivo del 5 giugno a Barcellona: è arrivato infatti l'atteso via libera alla realizzazione della nuova pista Antonio Sailer. E' il tassello che mancava e che rende ancora più forte la candidatura italiana per i campionati del mondo di sci alpino del 2019. Non nasconde la sua soddisfazione Enrico Valle: «Ancora una volta - afferma - abbiamo fatto un bel gioco di squadra: un ottimo risultato per tutta Cortina e il territorio bellunese. Ora concentriamoci sul vero obiettivo della candidatura: Barcellona. Abbiamo dimostrato la serietà della nostra preparazione tecnica, capace di superare un attento scrutinio. Ora la fatica iniziale gioca a nostro favore. Ai delegati Fis mostriamo un progetto già approvato in tutti i suoi passaggi e pronto ad essere messo in cantiere. Nessuno potrà dire che i progetti sono in forse o che manchiamo di attendibilità. 'L'esame' al quale siamo stati sottoposti ci ha rafforzato».

«Ora - commenta il Vicesindaco Enrico Pompanin -ci presentiamo a Barcellona con tutte le carte in regola. Ottimo lavoro dei tecnici del Comune e del Comitato che hanno saputo armonizzare gli standard di qualità di un tracciato di gara internazionale con le esigenze di tutela ambientale. L'approvazione era fondamentale. Siamo molto soddisfatti. È un segnale importante per i delegati internazionali che dovranno decidere a quale delle due candidate in gara - Cortina o la svedese Are - affidare l'organizzazione dei Mondiali 2019. È, inoltre, un bel segnale che l'Italia manda all'estero: nel nostro Paese si possono realizzare grandi progetti e lo si può fare nel rispetto dell'ambiente».

«Sarebbe stato un suicidio azzoppare la candidatura - commenta Sandro Da Rold, componente della giunta esecutiva di Confindustria Belluno Dolomiti con delega al turismo - negando l'autorizzazione alla realizzazione della pista Sailer, trascurando l'anima green che caratterizza l'intero progetto. Fortunatamente, è prevalso il senso di responsabilità e l'interesse dell'intero territorio, per il quale l'assegnazione di questa prestigiosa manifestazione rappresenta un'occasione unica per creare sviluppo sostenibile e, speriamo! nuova occupazione. Andiamo a Barcellona con la convinzione che Cortina è la candidata più forte».

Comitato stampa Comitato Mondiali 2019

Foto www.bandion.it

26/05/2014 - Redazione


Voci di Cortina